17 marzo 2008

Alla ricerca del...palco perduto!

Dal produttore...

...al fortunato cercatore!
Marzo per i cervi è un mese di grandi cambiamenti; nelle femmine ci si avvia all'ultima parte della gravidanza, quella più impegnativa, dove il feto cresce in maniera velocissima e la madre è alla continua ricerca di cibo.
I maschi invece perdono i palchi; per la verità i più anziani hanno già "gettato" il palco in febbraio, ma Marzo è il mese che, con un pizzico di buonasorte, può regalare gradite sorprese a chi passeggia nei boschi dell'Appennino.
Dopo la caduta dei palchi rimarrà una ferita che cicatrizza in un paio di giorni e ripartirà subito la formazione di un nuovo palco, che nei primi mesi sarà nutrito e protetto da un tessuto riccamente vascolarizzato e innervato, il "velluto". Nella costruzione del trofeo un cervo investe circa il 24% del suo budget energetico annuo, un palco può superare i 125 centimetri di lunghezza e i 9 kg di peso; può sembrare uno sforzo eccessivo, ma la dimensione del palco è un segnale visivo importante per indicare lo status sociale dell'individuo ed inoltre è una ottima protezione nei combattimenti con altri maschi durante il periodo riproduttivo.


Nessun commento: