24 febbraio 2017

Quando arriva la rogna sarcoptica


6 commenti:

Anne Hagman-Niilola ha detto...

Oh hoh! How sick-looking animal! Have a nice weekend

Alberto Tovoli ha detto...

Thank you, Anne!

Sami Niilola ha detto...

Hello. a fierce-looking wolf. Probably will suffer.

Happy weekend.

Alberto Tovoli ha detto...

Thank you, Sami!

Federico ha detto...

Troppi randagi? Immagino che la rogna abbia bisogno di una popolazione abbastanza abbondante per resistere in loco. Essendo specie protetta in un paese dove il 'naturale' e` gestito, si pensa ad interventi (anche per evitare altri contagi)?

Alberto Tovoli ha detto...

In questo caso il randagismo canino non ha colpe. La diffusione della rogna al lupo penso sia da attribuire alle volpi, da anni colpite in modo endemico da questa malattia. Volpi e lupi vivono a stretto contatto, usano gli stessi territori, stesse prede (sono su una carcassa contemporaneamente), a volte usano le stesse tane. Che io sappia si sono tentati interventi farmacologici su cuccioli ammalati in rendez vous, con risultati positivi.