29 aprile 2010

Il Faggione

Ansel Adams scriveva che nelle nostre foto mettiamo un pò dei libri che abbiamo letto, dei film che abbiamo visto, e delle persone che abbiamo amato. E così, mentre leggevo l'ultimo romanzo di Mauro Corona, "Il canto delle manere", storia di boschi e boscaioli, di alberi che si muovono e piangono e ridono, mi sono ricordato del grande faggio di Luogomano, un gigante di duecento anni alto almeno venticinque metri, meta di escursionisti che rimangono senza parole di fronte a tale bellezza. Non è il faggio della Val di Diach, ultima sfida di Santo Corona della Val Martin, il protagonista del romanzo, ma merita una visita. Ma soprattutto merita una attenta lettura l'ultimo romanzo di Mauro Corona.

Nessun commento: