25 agosto 2008

Solo fusoni...

Per ora i grandi maschi, protagonisti della prossima stagione degli amori, se ne stanno rintanati nel bosco; le femmine sono sparite o quasi, e così bisogna accontentarsi di osservare qualche fusone o subadulto che a fine giornata esce nelle radure più tranquille, ad incrociare il palco con i compagni, in un gioco che anticipa gli scontri di settembre.

14 agosto 2008

Che palco!

Finalmente ho potuto ammirare il famoso palco conservato nella Stazione del Corpo Forestale dell'Acquerino (PT); apparteneva ad un cervo della montagna pistoiese, vissuto negli anni "70, quando c'erano ancora le condizioni favorevoli per la comparsa di trofei così straordinari. Ai nostri giorni la maggiore densità degli animali, il maggior disturbo antropico e anche un probabile impoverimento genetico, rendono quasi impossibile il ritrovamento di palchi così belli, anche se la qualità media si mantiene comunque molto elevata.
Un grazie sentito alla Pro Loco di San Pellegrino (PT) per l'organizzazione di una serata sul cervo e i complimenti a Sandro Nicoloso per la ormai consueta capacità di rendere semplici e attraenti ai non addetti ai lavori anche i concetti più ostici. Bravi!

13 agosto 2008

Via il velluto...

Sul palco di questo cervo ci sono gli ultimi residui del velluto; il colore bianco delle stanghe verrà gradualmente sostituito da un colore più scuro, per effetto dello strofinamento del palco sulle cortecce degli alberi.
Questo maschio, più vecchio del primo, ha il palco perfettamente pulito e tra un paio di settimane sarà pronto per dare battaglia; un mio amico selecontrollore che ha fatto le ore piccole per rivedere un bellissimo cervo a 22 punte, ha cominciato a sentire i primi bramiti.

Intanto le femmine continuano lo svezzamento del "piccolo" (notare le dimensioni del cerbiatto di soli tre mesi di vita!).


4 agosto 2008

Voglia di tenerezze

Da qualche giorno mi sono trovato un angolino al bordo di un campetto con al centro un grosso pero selvatico pieno di frutti che in parte stanno cadendo sul terreno; due volpi hanno deciso che quel posto meritava una visita serale e già che erano lì, dopo un primo momento di diffidenza, si sono rilassate, consentendomi di riprendere le loro dolci effusioni.