27 dicembre 2007

Cervo (Cervus Elaphus)

Cervo maschio in bramito (all'inizio di Novembre 2007)




Digiscoping con Nikon Fieldscope ED82A(oculare 30x) e Nikon Coolpix P4.

21 dicembre 2007

Cervo

Questo maschio (Cervus Elaphus) era veramente lontano, ma un palco del genere meritava di essere documentato.
Digiscoping con Nikon Fieldscope ED82A (oculare 30x) e Nikon Coolpix P4.

Tre fusoni

Tre giovani fusoni (Cervus Elaphus) in velluto, incuriositi dalla mia presenza.
Digiscoping con Nikon Fieldscope ED82A (oculare 30x) e Nikon Coolpix P4.

20 dicembre 2007

Cerve

Cerva con piccolo


Cerva con piccolo


Cerva con pezzatura bianca sul fianco sinistro



Cerva
Digiscoping con Nikon Fieldscope ED82A, Nikon Coolpix P4.



19 dicembre 2007

Giovani cervi

Due giovani "fusoni" si preparano ai combattimenti dei prossimi anni


Il probabile urto con un ramo è stato fatale al palco in velluto di questo fusone


Digiscoping con Nikon Fieldscope ED82A e Nikon Coolpix P4.



Cervo maschio


Digiscoping con Nikon Fieldscope ED82A e Nikon Coolpix P4.

17 dicembre 2007

Daino







Anche il Daino è presente in tutto l'alto Appennino Bolognese, con una distribuzione nel territorio addirittura superiore a quella del cervo; mi è capitato spesso di osservare nello stesso pascolo gruppetti di cervi e daini stare fianco a fianco o addirittura daini che entrano a far parte di branchi di cervi.
Digiscoping con Nikon Fieldscope ED82A e Nikon Coolpix P4.

13 dicembre 2007

Cervi catturati nell'Appennino Bolognese




Nove cervi sono stati catturati nell'area del Parco dei Laghi di Suviana e Brasimone e nelle zone limitrofe; saranno trasferiti nel Parco Nazionale del Gran Sasso Monti della Laga, con l'obiettivo di ricostituire lì una popolazione locale. Si tratta di due maschi adulti di oltre 200 kg, un giovane maschio adulto, quattro femmine adulte e due piccoli. Mi piace pensare che tra loro ci sia il soggetto di alcune delle mie foto. Buona fortuna!

Bramito!

Cervo maschio con il suo harem di femmine



Scontro tra due cervi maschi per il possesso dell'harem di femmine.


Dopo settimane di inseguimenti e battaglie, le forze vengono meno, ma anche da terra questo cervo fa sentire la sua voce.



Due bellissimi esemplari di cervo



Il momento più spettacolare legato al cervo è la stagione degli amori, che in Appennino avviene in Settembre-Ottobre; finalmente i grossi maschi escono allo scoperto alla ricerca delle femmine ed è possibile osservarli mentre bramiscono, si scontrano o radunano un harem di femmine.




Per disturbare il meno possibile uso la tecnica del digiscoping (cannocchiale Nikon ED82A e fotocamera Nikon Coolpix P4), che consentono l'osservazione e la fotografia da distanze ragguardevoli, anche se si perde un pò in qualità delle foto.

Il Cervo


Il cervo è stato reintrodotto nell'Appennino Bolognese negli anni cinquanta, partendo da pochi capi provenienti da Tarvisio e liberati nella Foresta demaniale dell'Acquerino; qui hanno trovato un clima mite, cibo abbondante e boschi per ripararsi dal cattivo tempo e per nascondersi.

Il risultato è che attualmente è presente una popolazione di cervi numerosa e distribuita in tre province (BO, PT, PO), con un areale in continua espansione.

12 dicembre 2007

Presentazione







Balinello è il nome di un monte al confine tra Emilia e Toscana, una terrazza naturale a 1200 mt di altitudine che consente di avere un panorama unico sulle montagne dell'Appennino ma anche sulle colline che degradano verso Bologna; nelle giornate più limpide si riconosce il Santuario di S.Luca alle porte di Bologna e più in là all'orizzonte si intravede la catena alpina.


Il Balinello è all'interno del Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone, ma nel raggio di pochi chilometri ci sono altri tre Parchi Regionali (Acquerino-Cantagallo, Corno alle Scale, Monte Sole) e il Parco Provinciale di Montovolo.


La presenza delle aree protette unita alla scarsa antropizzazione del territorio montano ha creato le condizioni favorevoli alla presenza di numerose specie animali che erano scomparse da decenni o addirittura da secoli: è il caso ad esempio del Cervo, che in pochi anni da una decina di capi sono diventati quasi tremila in un areale di almeno 800 kmq.